I Boschi

I Boschi

I Boschi: Bosco Contessa, Bosco di S. Maria, Bosco Pisano e Bosco Frassino sono le aree più importanti di questo complesso boschivo.

buccheri boschi

Il complesso boscato demaniale Monte Lauro si estende per complessivi 2.330 ha ricadenti nei comuni di Buccheri, Buscemi, Ferla e Carlentini e distribuito sulle pendici di un vulcano spento, geologicamente caratterizzato da rocce basaltiche e pedologicamente da terreni limosi ed impermeabili. Monte Lauro rappresenta la montagna più alta del complesso montuoso dei Monti Iblei.

Fatta eccezione per piccole aree intorno all’abitato di Buccheri, rimboschite già negli anni `30 e poi negli anni `50, tutto il territorio appartenente al Demanio Forestale regionale e stato costituito a partire dal 1969.

Trattasi quindi di giovani boschi artificiali caratterizzati da conifere mediterranee, specie queste utilizzate come specie preparatorie per il miglioramento del terreno originario. Parte della superficie rimboschita, circa 550ha, sono in fase di ricostituzione e conversione con specie quercine di cui in zona ci sono tangibili tracce storiche, ed in particolare con lecci, sugherre, roverelle ed olivastri.

Nella parte sud-orientale di Monte Lauro è interessante la presenza del cosiddetto “complesso boscato di Buccheri”. Si estende su una superficie di 1.187ha del Demanio Regionale gestito dall’Azienda FF.DD.R.S. e su una superficie di 623ha di boschi del Comune di Buccheri, gestiti anch’essi dalla stessa Azienda.

Di particolare interesse paesaggistico è il vecchio bosco di S. Maria, che si estende sulle pendici orientali di Monte Lauro su una superficie di 115ha circa ricoperta da un bosco misto (pini, cipressi, roverella e castagno) di età intorno a 30 anni.

Qui esistono quattro aree attrezzate dislocate lungo un sentiero panoramico the si snoda attraverso l’area boscata per una lunghezza complessiva di 7 Km. circa. Ogni area è provvista di acqua corrente e di barbecue, e consente la sosta e la colazione di n. 32 persone comodamente sedute ai tavoli di pietra lavica lavorati secondo le tradizioni locali.

Ci si arriva da Buccheri imboccando la S.S. 124 per Vizzini e deviando a sinistra dopo 600 metri dall’uscita del paese; dopo aver percorso altri 3,5 Km. si raggiunge 1’area attrezzata di S. Maria. Quest’area attrezzata si può considerare suggestiva perché realizzata intorno ad una ceppaia di castagno sotto il quale sono state collocate panche e tavoli ed in un piccolo slargo un punto cottura. Da questa prima area é possibile raggiungere la seconda, e la terza the sono tutte ubicate molto vicine e presentano le medesime caratteristiche costruttive.

In pratica sia i tavoli the le panche ed i punti fuoco sono stati realizzati lavorando la pietra lavica, conferendo alle aree una suggestione particolare. Sono presenti anche le fontanelle costruite con la medesima pietra nera.

La quarta area è ubicata nella parte più alta del demanio forestale Monte Lauro, nei pressi di una casa forestale, e la cui vegetazione tutta intorno e costituita in prevalenza da pini. In quest’area si trovano solo panche e tavoli. Le diverse strade the si snodano all’interno del Demanio possono essere percorse a piedi, consentendo agli escursionisti di potere meglio assaporare il gusto del bosco in questa parte di Sicilia..

Dal monte Lauro si possono seguire diversi itinerari ambientali lungo i corsi dei fiumi, che qui hanno origine: l’Irminio, l’Anapo e il S. Leonardo. Seguendo le Foci dell’Anapo, dalla contrada Guffari, si raggiunge il monte Casale, su cui giacciono i resti di una misteriosa città greca del VII sec. a.C., mentre il Fiume S. Leonardo, che si forma nei pressi del colle Tereo, si incassa in una profonda e stretta gola, chiamata appunto Stritta.

boschi
Condividi con - Share with: